DIANA VREELAND THE MODERN WOMAN Bazaar Years edited by Alexander Vreeland

DIANA VREELAND THE MODERN WOMAN.

Ieri .Presso 10 corso Como, uno dei miei posti preferiti dove perdermi ore ed ore tra il concept store, la galleria Carla Sozzani e il ristorante, è stato presentato il libro di DIANA VREELAND THE MODERN WOMAN.Alexander Vreeland, nonché nipote della Signora Diana Dalziel, ha presentato e onorato gli ospiti con ricordi e aneddoti che neanche io ancora sapevo. E sorpresa delle sorprese due personalità di spicco hanno fatto da accompagnatori alla nostra fashion adunanza, il figlio di Diana vreeland Mr. Frederick e una cara amica dell’imperatrice della moda, Rosita Missoni. Cose che mi sarei persa se fossi stata a casa e avessi letto solo il comunicato stampa nudo e crudo.

DIANA VREELAND THE MODERN WOMAN Corso Como Milano editing Alexander Vreeland book dedica Alexander to Nayla C

DIANA VREELAND THE MODERN WOMAN è un libro dove le immagini parlano e raccontano la storia di questa donna che è stata capace di catturare lo spirito del tempo e fotografare i grandi mutamenti del Novecento. perchè la oda e l’arte si fanno così, con l’immaginazione e il coraggio di vedere il futuro. Diana Vreeland ha sempre privilegiato la ricerca di quella fantasia liberatrice che lei chiamava pizzazz, quel quid speciale del talento, che si poteva trovare ovunque, e spesso in luoghi assai sorprendenti.

Read More…

LA MODA: LA SOLITA STORIA. NO, LE SOLITE FIRME

Sarà il nervosismo da pre- partenza sarà sto caldo africano che irrita ogni neurone del mio sistema nervoso (e meno male che sono nata a Fortaleza, un paese in cui la media annua è 30° all’ombra e non oso immaginare il mio livello di sopportazione se fossi nata al Polo Nord) sarà la “bellissima” notizia sull’ultima tassa sui condizionatori introdotta dal governo che inciderà , ancora una volta, sulle tasche degli italiani … sarà, comunque oggi vorrei fare una riflessione che mi attanaglia ogni santa volta che inizio a sfogliare Vogue & Co . Dopo l’impatto cover story (che ultimamente non mi entusiasta per niente perchè trovo che siano poco definite , prive di colore e di poco contenuto) leggo, come al SOLITO :

” in copertina… modella (anoressica) taldetali indossa cappotto di Pincopallo (guarda caso SOLITO stilista) , accessori Tizio , etc etc … e ancora foto by Steven Meisel  trucco by Pat McGrant hair by Guido for Redken

E dunque la mia riflessione, ma che diavolo, su 7 numeri mensili possibile che 6 sono stati “firmati da “questi”? Con tutto rispetto. Sarete anche bravi, ma avete anche rotto le palle. Perché mi chiedo, una rivista come Vogue che tanto promuove i cccccciovani stilisti con la solita “who is on next” non promuove anche giovani intraprendenti nel campo della fotografia del make-up e dell’acconciatura e da la possibilità a loro di fare una cover story di tutto rispetto? Mica chiediamo la luna Franca Sozzani& Co. Che tanto millanta frasi contro blogger accusandole di eccessi. Ma che eccessi ed eccessi? Mi dica. Perché lei scrive una rubrica “il blog del direttore”. Perché usa IMPROPRIAMENTE la parola blog se ne è contro? E spero che chi scriverà per lei nel mese di Agosto sia consapevole del suo “NON credo” e non si faccia assalire dall’euforia “oddio scrivo su Vogue Italia”. Potreste occupare meglio il vostro tempo piuttosto di stare dietro a persone che non apprezzano in primis il vostro lavoro. Una volta, non vi nego, che se fosse capitato a me ne sarei sta entusiasta eh, ma sapete, le idee cambiano fortunatamente. E a volte sopravvalutino personalità che abbagliano solo perchè ricoprono “certe posizioni”. Ciao. Scrivo e chiudo qui.

City Lights 2015 cover story Vogue Italia Gennaio 2015 ph Steven Meisel

The power of style Febbraio 2015 Vogue Italia ph Steven Meisel

Culinary Delights cover story Vogue Maggio 2015

The China issue cover story Giugno 2015 Vogue Italia

life cover story Vogue Italia Luglio 2015

cover story day and night Vogue Aprile 2015 ph Steven Meisel

VOGUE ARCHIVE – 50 YEARS OF FASHION

Immaginatevi in una stanza vuota, solo voi, i vostri pensieri, in un appartamento che si affaccia sul Castello Sforzesco, circondati da gigantografie delle immagini più celebri che hanno fatto la storia di Vogue. Immersi. Si, immersa e avvolta dalla rivista che ogni mese trovate, sugli scaffali , insieme a tante altre , pronta a fornirvi chicche fashion. La sensazione che ho provato durante la mostra esclusiva presso la prima sede storica della rivista in Piazza Castello 27. Le pareti della sede Condé Nast erano le protagoniste. tappezzate di cover girl ed editoriali che dettano moda dal 1964 ad oggi.Ogni stanza aveva un tema: trends, celebrities, glasses, black , designers , photographers ,designers, accessories, hair & make up…

Dove perdersi , ritrovarsi…in un viaggio di fantasia che solo gli editoriali sanno raccontare.Dove creare,provocare ed evocare sono gli elementi chiave per tramettere attraverso immagini e testo la direzione editoriale di un magazine.

La moda può essere utilizzata per mandare un messaggio

Franca Sozzani

E immaginate anche tutte le edizioni di Vogue, dalla prima uscita datata 1964 ad oggi.E’ possibile.Un lavoro di 6 mesi portato avanti da giovani studenti che hanno digitalizzato pagina per pagina. Il lavoro non è ancora del tutto finito ma l’archivio è già consultabile online. La storia dello stile a portata di un click.

Fotografi del calibro di Mario Testino, Patrick Demarchelier e David LaChapelle, senza dimenticare Steven Meisel, che firma ogni mese la copertina di Vogue Italia.

Naomi Campbell, Kate Moss, Linda Evangelista. E ancora Madonna, Catherine Deneuve ed Elsa Martinelli: questi sono solo alcuni dei nomi di star e modelle che negli ultimi cinquant’anni hanno sfilato sulla copertina di Vogue Italia.

Questa è la mostra.In compagnia di Lady.

Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C

Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C  Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C

Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla CExhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C  Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C Exhibition Vogue Archive 50th Anniversary #vogue50  Vogue Pills Fashion by Nayla C

Vogue Pills Fashion Nayla C - moda beauty lifestyle

SEPTEMBER FASHION – SEPTEMBER ISSUE

SEPTEMBER ISSUE

Siamo ai primissimi di Agosto e ad alcuni il pensiero di Settembre proprio da noia…Settembre per gli studenti rappresenta l’inizio della scuola (dopo i loro beati 2/3 mesi di vacanza) per i lavoratori la fine delle ferie e l’inizio della routine lavorativa…

Per gli addetti della moda???Beh per loro è il risultato di mesi e mesi di lavoro , tutti concentrati in quelle pagine super patinate, le riviste.

“Settember Issue” può essere considerata l’edizione più importante di tutto l’anno. Qui si dettano le regole insomma! Perchè i contenuti condizionano e caratterizzano le scelte editoriali e di conseguenza del fashion world dell’anno intero.

Editor , stylist e tutti i professionisti coinvolti nella realizzazione del numero iniziano a lavorare con mesi e mesi di anticipo. Il duro lavoro inizia a metà anno circa…a Giugno.

the beginning of the new year for fashion

anna wintour september issue

Ricordo ancora quando la nostra Signora caschetto d’oro d’oltre oceano con in mano il suo September issue dietro ai suoi immancabili occhiali da sole (ma se ne separerà per andare a dormire dico ,io?!?) venne postata da Vogue su tutti i social possibili e inimmaginabili…neanche a dirlo fece il giro del mondo e ecco l’epidemia “posta la tua september issue” con tanto di hashtag #voguestagram.

the september issue

Nel 2009 fu girato anche un film/documentario (subito dopo l’uscita del film “il diavolo veste Prada”, dove il pluripremiato documentarista R. JCutler armato di telecamera, seguì “la regina di ghiaccio” (definizione del New York Times attribuita ad Anna Wintour) durante gli incontri di lavoro e le settimane della moda, riuscendo a penetrare nel cuore di una delle redazioni più chiacchierate al mondo.

The september issue” mostra al mondo il volto di una delle donne di maggior potere nel campo della moda e dell’editoria, ed il personaggio di Miranda Priestley ne è solo un assaggio…vedere per credere.

Baci

Nayla C

Vogue Pills Fashion

 

ALTAROMA :FRANCA(MENTE) LA PENSO COME TE

L’ultima volta che ho visto Franca (Sozzani) ???Alle nozze d’oro dell’Accademia di Costume e moda di Roma. Lì,appoggiata ad una parete, al telefono (stranamente)  ,vestita di Dolce&Gabbana con le sue immancabili Roger Vivier.

IMG_3860

Si, la nostra Sozzani, gira più di una trottola, era appena stata a Capri per la sfilata di “quei due”, e ora eccola all’evento Altaroma a scovare nuovi talenti con crew al seguito.

Un laboratorio a “cielo aperto” dove la creatività e la voglia di stupire non mancava di certo!!! Moodboard (quanto mi piace questo termine!!!) appesi alle pareti, istallazione video ispirato al film The dreamers ,schizzi, bozzetti, tessuti…Il paradiso dei creativi.

E poi Vogue ai suoi piedi,o meglio, sotto i suoi piedi!!!Si, Franca che sorride soddisfatta per il duplice anniversario … Accademia e Vogue.L’archivio della biblioteca con tutte le edizioni del mio adorato magazine…incomincio anch’io a fare la collezione di Vogue,così tra 50 anni le riguarderò e dirò

“oh my Vogue”

franca-sozzani-accademia-factory-accademia-costume-moda-roma-vogue-anniversary

Seguo il blog di Franca e ultimamente ha dichiarato

Non penso di dover ancora dimostrare che il lavoro che faccio per sostenere i giovani talenti sia valido. Ho risultati e tante gratificazioni… Per me è importante avere risultati e non lodi o insulti… Fatti e realtà.

E vi dico che sono pienamente d’accordo,a quanto pare la criticano molto sul fatto che i suoi ,sono per così dire, “raccomandati” e sul suo lavoro, ma a me pare tanto un insulto non giustificato proveniente da persone che non si danno pace per le loro frustrazioni (e forse insuccessi).

Baci

Nayla C

IMG_3852 IMG_3855 IMG_3858 IMG_3859 IMG_3862 IMG_3863 IMG_3864 IMG_3865 IMG_3866 IMG_3869 IMG_3870 IMG_3871 IMG_3872

Vogue Pills Fashion