MAGLIONE NATALIZIO? LA MAGIA SI INDOSSA

25 dicembre: luci, alberi nei salotti, regali avvolti in carte luccicanti e quel vecchio detto secondo il quale A Natale bisogna essere tutti più buoni. Eppure manca ancora un ingrediente, e non mi riferisco alle pietanze succulente con cui imbandirete la tavola, bensì a un must have tipico di stagione: il maglione natalizio.

Alzi la mano chi, almeno una volta, non è rimasto interdetto davanti al maglione con la renna di Mark Darcy (Colin Firth) ne Il diario di Bridget Jones. Magari avete giurato che non avreste mai acquistato qualcosa di simile o che certamente non sareste mai uscite con un uomo capace di sfoggiare un simile outfit. Magari vi siete ritrovate come me: a 30 anni con un maglione natalizio decorato da una testa di pinguino in paillettes, e con un fidanzato americano al quale voi stesse avete regalato un pregiatissimo Xmas jumper con tanto di squalo.

Read More…

STILE ORIENTALE: ATTENZIONE AL MORSO DEL DRAGONE!

Il vento soffia da est: Cina, Giappone, Corea e dintorni sembrano essere il mood di ispirazione dell’Autunno-Inverno. E così spopola lo stile orientale, quello che si rifà agli abiti tradizionali. Tra seta, dragoni e kimono di ogni genere, il rischio è come sempre strafare.

Ciò che è esotico affascina e quasi sempre conquista. Se poi parliamo di moda, inutile specificare che l’appeal è addirittura maggiore. La stagione fredda è ormai arrivata, ma quest’anno, oltre ai soliti piumini e cappotti, è lo stile orientale a dominare le passerelle e presto anche i nostri guardaroba.

Un trend non certo nuovo, diciamo che è uno dei grandi ritorni. Camicie in seta con colletto alla coreana, stampe che rievocano le atmosfere del Sol Levante, make-up e acconciature da geisha. Tutto molto bello, ma attenzione a non cadere nel ridicolo.

Si parla di un look particolare e sicuramente complicato sia da abbinare sia da portare, eccedere non è difficile e il confine tra glamour e manga è molto sottile. Lo stile orientale è rigoroso e austero, quasi misterioso, basti pensare agli abiti minimal con ampie maniche di raso, o alle grafiche effetto fiore di ciliegio o porcellana cinese. Il blu dei kimono e le tonalità pastello a contrasto con colori forti e decisi come rosso e oro. State già sognando? Svegliatevi, perché la realtà può trasformarsi in un incubo.

La moda è contagiosa e purtroppo a volte ‘infetta’ anche chi proprio non sa trovare il giusto equilibrio. Non sorprendetevi di trovare in giro persone vestite da samurai o da eroine dei cartoni animati. Potreste perfino imbattervi in chi, a corto di un kimono, decide di improvvisare un outfit con l’accappatoio da piscina.

Alternativa molto probabile è vedere qualcuno che indossa perfino il completo acquistato per frequentare il corso di karate. Ecco, questi sono i modi più semplici per ottenere la cintura nera di cattivo gusto.

Un altro errore (oppure orrore?) è sfociare nel pacchianesimo. Chi di dragone ferisce, di dragone perisce. Indossare vistose casacche in poliestere con fantasie barocche e simil orient-oriented, conferirà al vostro tentativo di stile orientale un tocco talmente cheap da far perdere la pazienza perfino al più mite dei monaci tibetani.

Attenzione anche al make-up: a meno che non vi stiate preparando per un party a tema, evitate assolutamente l’effetto marmoreo in viso. Tentare di rendere la pelle eccessivamente chiara e utilizzare l’eyeliner come non ci fosse un domani, vi trasformerà in una maschera kabuki, un tipo di rappresentazione teatrale tipica nipponica.

Le regole per seguire questa tendenza alla perfezione e risultare straordinariamente raffinate sono precise ed essenziali. Ricordate che, qualora aveste un dubbio su come creare l’outfit corretto è sempre meglio chiedere a chi ne sa più di voi. Perché un proverbio giapponese dice che Domandare è la vergogna di un attimo, non domandare è la vergogna di tutta la vita.

credits

Ph Alex Dani

coat By Hale

     

BEAUTY GIVEAWAY CON STYLPRO

 

Guarda il video scopri StylPro e come partecipare al giveaway

Come partecipare al giveaway beauty edition StylPro

 

Le regole per partecipare al giveaway sono semplicissime :

  1. Seguite su Instagram @naylac_
  2. Mandatemi un messaggio in direct su cosa ne pensate di StylPro e la vostra mail

Il vincitore sarà scelto random e sarà comunicato il 02 Gennaio 2018 sulla mia pagina Facebook @bloggerNaylaC

Il giveaway è valido solo per l’Italia e termina il 30 Dicembre 2017 alle ore 22:00

 

Good luck!

HARRY E MEGHAN: TUTTO FUMO…E POLLO ARROSTO!

Il romanticismo è morto? Giudicate voi! Ogni giorno tante storie d’amore iniziano e finiscono, ma quella che nell’ultimo periodo è sulla bocca di tutti è senza dubbio quella tra il principe Harry e Meghan Markle. Il nipote della regina Elisabetta convolerà presto a nozze: la sua proposta di matrimonio? Davanti a un pollo arrosto!

Chi almeno una volta da bambina, non ha sognato il Principe Azzurro? Un uomo in calzamaglia, vestito di blu con cappello piumato: scelte discutibili, ma a tutte capita di sbagliare! Crescendo abbiamo probabilmente affinato i nostri gusti iniziando a fantasticare su due altezze reali…reali. I principini d’Inghilterra hanno fomentato le ambizioni ‘principesche’ di milioni di adolescenti, fino a quando William non le ha parzialmente infrante sposando Kate. Adesso, suo fratello ha completato l’opera. Harry e Meghan, non si parla d’altro in questi giorni: nuovo matrimonio in vista a Buckingham Palace!

Read More…

BLOG E BLOGGER: COSA STA SUCCEDENDO?

Blog, una parola tanto conosciuta quanto discriminata

Sei un giornalista e scrivi per una testata? Ok. Sei un giornalista e scrivi per un blog? Allora le cose cambiano, o meglio, la visione della tua professionalità cambia. Questa è la percezione che avverto quotidianamente, che sia in un press day, che sia a un evento o durante una conferenza stampa.

Quando aprii il mio blog nel 2012 non avevo un’idea chiara e di certo non avevo una visione omnicomprensiva. In quel determinato periodo della mia vita mi stavo avvicinando sempre più alla scrittura e alla multimedialità che offre il web. Certi meccanismi, come ad esempio SEO e il posizionamento, erano ai miei occhi mostri sconosciuti. Anzi, vi dirò di più, io proprio non li “vedevo”, non sapevo della loro esistenza e tanto meno che ci sono vere e propri percorsi professionali. Beata ignoranza? Non saprei…

Read More…

ADPOCALYPSE …NOW: FAMOSI MA POVERI. COME CAMBIERÀ YOUTUBE?

Aspiranti YouTuber? Se pensate che sia finalmente giunto il momento di puntare sulla vostra creatività e presunta abilità da videomaker, ahimè siete fuori tempo massimo. Guadagnare con YouTube pare stia diventando sicuro come scommettere sull’Italia vincente ai prossimi mondiali di calcio. Non avete sentito parlare di AdPocalypse?

«Ha mai pensato seriamente a delle reali forme di libertà? La libertà dall’opinione degli altri…persino dalla propria opinione».

Non è un caso che abbia iniziato l’articolo con una citazione di “Apocalypse Now” in cui si parla di libertà. Il fenomeno su cui oggi voglio fare chiarezza prende il nome di AdPocalypse e sembra destinato a rivoluzionare YouTube.

‘Voglio fare lo YouTuber’ is the new ‘Mi apro un bar sulla spiaggia in Jamaica’, un sogno che spopola soprattutto tra gli adolescenti che desiderano bissare il successo ottenuto in questi anni da alcuni loro coetanei. Il mio primo appello va alle mamme: state tranquille, fate leggere questo post ai vostri figli e vedrete che piuttosto si rimetteranno a studiare matematica!

Read More…

BLACK FRIDAY: SCONTI, SHOPPING…E GOODBYE DIGNITY!

Giornata nera? L’unica che tutti sembrano attendere con ansia, è soltanto una: il Black Friday. Si tratta della ‘festa’ commerciale per eccellenza, quella che dà il via alle compere natalizie, quella che spinge a svuotare i portafogli in virtù di un’offerta imperdibile. Che lo shopping abbia inizio!

Il fascino degli Stati Uniti ha colpito ancora. E così, dopo Halloween, il McDonald e le damigelle ai matrimoni, in Italia abbiamo importato anche il Black Friday. Come molti sapranno, si tratta di un giorno (il quarto venerdì di novembre) in cui specialmente le grandi catene organizzano promozioni e sconti da capogiro. Parafrasando, è quell’occasione in cui tutti noi sentiamo il bisogno di acquistare qualunque cosa, purché sia in saldo. Perché in fondo, esagerare non è poi così difficile. Inizi comprando un hard disk esterno e un’ora dopo ti ritrovi socio di maggioranza di Microsoft.

Read More…

INSTAGRAMMER: CREDIBILITÀ O RIDICOLO NARCISISMO?

Social, web, marketing e il mondo digitale continua a evolversi senza sosta. Nascono inevitabilmente nuove professioni, mestieri che fino a qualche anno fa erano inesistenti e forse nemmeno pensabili. Il 2017 ha sancito il boom dei cosiddetti instagrammer. Chi sono?

Ho visto cose che voi umani non potreste immaginare… Non ho trovato modo migliore per iniziare questo articolo, se non citando Blade Runner. Perché è così, sui social ho visto davvero cose che non potreste immaginare. La creatività degli instagrammer non conosce limiti. Sono i figli di Instagram, ovvero quegli influencer il cui lavoro consiste nel pubblicare le loro fotografie più o meno spontanee per conto di brand e aziende di vario tipo. Fino a qui tutto normale, del resto mai nessuno si è formalizzato davanti alle pubblicità supportate dai testimonial più quotati, anche quando erano al limite del verosimile. Ma se guardare George Clooney che baratta le sue scarpe per una tazza di Nespresso mi risulta ancora tollerabile, meno accettabile è un instagrammer qualunque che pretende di far passare per naturale l’utilizzo di uno shampoo su una spiaggia tropicale con tanto di espressione orgasmica.

Read More…

LUSH : UN AZIENDA NATA DA UN FALLIMENTO

Lo sapevi che lush nasce da un fallimento?

Ho scoperto questa cosa dopo essere stata per la prima volta in uno dei loro negozi a Milano in corso Buenos Aires. Una simpatica commessa ,al suo secondo giorno di lavoro ,mi ha guidata nel profumatissimo mondo dalla filosofia green. Scaffali pieni di  cosmetici naturali ,colorati, belli e profumati. Una gioia per gli occhi quanto per il palato perchè seriamente mi è venuta voglia di mangiarli. Una sensazione che proverete anche voi se entrerete in un negozio di Lush.

Read More…